• Dicembre

    18

    2023
  • 50
  • 0
Resine per la pavimentazione: protocolli di sicurezza

Resine per la pavimentazione: protocolli di sicurezza

Come ben sappiamo, ospedali, ambulatori, sale operatorie, studi dentistici, richiedono soluzioni in grado di evitare l’accumulo di cariche elettrostatiche che potrebbero danneggiare le apparecchiature utilizzate per la diagnostica.

Ma non solo: un’altra caratteristica fondamentale per gli ambienti del settore sanitario è la facilità di pulizia: ecco perché i pavimenti in resina sono privi di giunti, caratteristica che riduce l’accumulo di batteri e favorisce le operazioni di sterilizzazione.

Superfici continue quindi pulite

La resina, a differenza degli altri rivestimenti, realizza una superficie di pavimento continua, senza interruzioni che può risvoltare in qualunque direzione diventando all’occorrenza rivestimento anche per tutte le pareti, per elementi architettonici come le scale in resina oltre che per la zoccolatura.

Per evitare spigoli vivi gli angoli che si formano tra le varie superfici e rivestimenti possono sempre essere raccordati nel modo ottimale, cioè con forme circolari e raggi di curvatura ampi idonei anche alla pulizia meccanizzata.

Le strutture sanitarie hanno l’obbligo di garantire al massimo igiene e sicurezza degli ambienti; ecco perché le superfici continue sono un materiale di primaria importanza.

Anche i materiali di costruzione ricoprono un ruolo sempre più importante nella lotta contro i tanto temuti agenti patogeni, questo perché hanno un impatto fortemente significativo sulle regole di igiene presenti in ospedali o altre strutture mediche. Tra questi sicuramente un ruolo di primissimo piano è ricoperto dalla pavimentazione.

Se proviamo ad analizzare un progetto di un ospedale o di una struttura sanitaria possiamo subito notare come siano presenti numerosi elementi che rendono il tutto un’unità complessa:

  • Entrate e corridoi sono soggetti ad un elevato passaggio;
  • Le sale d’attesa o spazi dedicati a visitatori devono essere dotati di atmosfera confortevole;
  • I blocchi operatori devono assicurare la massima igiene e devono essere, al contempo, facili da pulire;
  • Le stanze dei degenti devono essere accoglienti oltre che frequentemente soggette a pulizia.

Per queste ragioni il pavimento in resina è la soluzione migliore per queste realtà, superando i limiti offerti dalle vecchie pavimentazioni.

I pavimenti classici, quelli con piastrelle che prevedono spigoli vivi e fughe, si prestano al rischio in termini di igiene e pulizia. Nelle sale operatorie o nelle stanze di degenza possono essere presenti macchinari medico-diagnostici che è importante preservare da cariche elettrostatiche. Questo viene garantito da un pavimento in superficie continua che, in taluni casi, continua come rivestimento sulle pareti.

Le caratteristiche dei pavimenti in resina consentono cicli di pulizia, sterilizzazione, disinfezione e decontaminazione con grande frequenza. Da ultimo, l’aspetto gradevole di un ambiente aiuta certamente la permanenza e il lavoro all’interno. Questo è possibile realizzarlo grazie alla scelta di un colore ad hoc.

COST CALCULATOR

Use our form to estimate the initial cost of renovation or installation.

REQUEST A QUOTE
Latest Posts
Most Viewed
Text Widget

Here is a text widget settings ipsum lore tora dolor sit amet velum. Maecenas est velum, gravida Vehicula Dolor

© Copyright 2024 Pavimart S.r.l.